FISIATRA

La rieducazone della Scoliosi Idiopatica con metodo T.G.P. (Tridimensionale, Globale, Propriocettivo)

 

La scoliosi è la patologia dell'ipertonia muscolare riflessa

tridimensionale, globale, propriocettivo
Si deduce che la scoliosi non è la patologia della flaccidità muscolare, ma è la patologia dell'ipertonia muscolare riflessa, pertanto non si può intervenire con la chinesiterapia di rinforzo muscolare, ma si deve intervenire con la rieducazione propriocettiva che utilizza il riplesso miotatico inverso ed il riflesso miotatico diretto.
Il riflesso miotatico inverso (metodo Mezières), riduce l'accorciamento asimmetrico della muscolaturaantigravitaria assiale e trasversaria ipertonica.
Il riflesso miotatico diretto (metodo Kabat), attiva schemi motori autocorrettivi che per il principio dell'innervazione reciproca inibiscono gli schemi motori antagonisti autodeformanti e si corticalizzano tanto da essere riprodotti nella gestualità della vita quotidiana.
Questo metodo rieducativo T.G.P. (Tridimensionale, Globale, Propriocettivo) oltre ad essere un trattamento esclusivo della scoliosi idiopatica lieve, è un trattamento sinergico con corsetti derotanti nella scoliosi medie e medio gravi, al fine di ottimizzare una correzione tridimensionale, globale e propriocettiva della scoliosi

 

La Scoliosi Idiopatica...

scoliosi idiopatica
E' una deformità tridimensionale causata da un meccanismo di torsione, con conseguenti compensazioni sopra e dottostante la curva primaria.
Il modello teorico fisiopatologico proposto da Divieti e Sibilla ipotizza come primo movens una disfunzione del sistema di controllo della postura, con torsione dell'asse corporeo che si evidenzia nel tratto più mobile (colonna vertebrale), con compromissione dell'equilibrio stao-dinamico.
Per garantire lo stato-dinamico, il sistema nervoso attiva una ipertonia asimmetrica dei muscoli antigravitari, determinando schemi motori autodeformanti a spirale in direzioni alterne che procedono in senso cranio-caudale.
Share by: